INSEGNARE È MISSIONE? di Mariaserena Peterlin

YodaMAESTRO YODA : MISSIONE STELLARE

Insegnare è missione? Gli insegnanti del passato non ne dubitavano, tanto che imponevano essi stessi alla loro professione un carisma a volte giustificato da competenza e impegno e altre volte, più di rado, solo formale. 
Il maestro e la maestra il professore o la professoressa erano delle autorità a cui si riconosceva un ruolo culturale e sociale medio – alto e comunque superiore a quello dei più. (Altra cosa il riconoscimento economico che non è mai stato consistente)
 
Dobbiamo ammettere, con rammarico, che il nostro mestiere ha cominciato decadere proprio da quando se n’è cominciato a parlare con un eccessivo schematismo.
Si è cominciato a dire "questo non è compito mio", "quest'altro non è di mia competenza", "io non faccio lo psicologo", "faccio le mie ore e non un’ora in più se non mi pagano": paletti del tutto giustificabili. Ma prima di metter paletti si sarebbe dovuto riflettere su un punto: l’insegnamento è una professione o un impiego? Siamo funzionari dell’educazione o esecutivi?
 
Potremmo essere una figura tra l’artigiano e il professionista; ma certamente non impiegati esecutivi. E i paletti credo abbiano molto ingrigito e opacizzato la nostra figura professionale che si è, a volte, arroccata perdendo di spessore.
 
Tutto questo coincide, in parte, anche con un cambiamento epocale, generazionale e sociale dovuto all’avvento della società di massa, dell’istruzione obbligatoria e della contaminazione culturale dei media; ma tutti questi sono sintomi (e non cause) di un costume molto diffuso e non solo tra il personale scolastico.
Tuttavia quando sono gli insegnanti a cambiare l’atteggiamento verso il lavoro le conseguenze possono essere pesanti.
 
I risultati non sono stati positivi infatti il dialogo tra insegnanti e il resto del mondo non è più automaticamente basato sulla fiducia e il rispetto; se proviamo a frequentare gli spazi antistanti le scuole, o le file dei genitori in attesa di colloquio al ricevimento generale degli insegnanti potremmo sentire discorsi e opinioni che dovrebbero allarmare. Qualcuno potrebbe rispondere che non si devono ascoltare le chiacchiere; ma siamo certi che gli apprezzamenti, le contestazioni o le considerazioni di genitori si possano catalogare come tali? La loro opinione non deve essere ascoltata o è meglio accettare il confronto anche in coerenza con la maieutica della professione?  
 
Agli insegnanti come ad altre categorie di professionisti con importanti responsabilità nei confronti dei cittadini si chiede di essere consapevoli e accettare che " Insegnare e guarire è una missione: nessuno ti obbliga ad intraprenderla ma se lo fai, hai più responsabilità di chiunque altro, che la cosa ti piaccia o no." (Opinione di un genitore su fB)
Chiaro e forte: ma molto esplicito. E senza troppe distinzioni.
Riflettere su queste opinioni è utile, anche per scoraggiare chi guarda a questo mestiere con un'ottica egoista per sé e dannosa (è sempre e solo il mio parere) per chi va ad incidere sui giovani e sul futuro di tutti. Anche per questo si sta pensando a un nuovo profilo di docente, coerente con la società attuale e gli attuali bisogni formativi, ne
La scuola che funziona
 
Chi non sente il senso della missione non dovrebbe forse astenersi da professioni  come quella dell'insegnante che non si possono svolgere solo con un mansionario in mano?
Come questo si possa ottenere è un altro problema. Ma non mancano le esperienze in proposito e la difficoltà di conseguire un obbiettivo non significano che sia giusto perseguirlo. 
 

 

12 risposte a “INSEGNARE È MISSIONE? di Mariaserena Peterlin

  1. sei grande Mariaserena Elena

  2. sei grande Mariaserena Elena

  3. sei grande Mariaserena Elena

  4. Eh sì, insegnare è proprio una missione!! Sempre ma soprattutto in una scuola dove i ragazzi sono invischiati in mille problematiche familiari, dove il loro unico luogo d'incontro è la strada o peggio il bar, dove la maggior parte degli insegnanti aspetta con ansia il 27 e se cerchi di coinvolgerli, dicendo loro che questo o quell'alunno potrebbe aver bisogno di comprensione , di un aiuto morale, fanno spallucce e ti rispondono infastiditi di non essere degli psicologi. Siamo stati alunni anche noi, anche se spesso molti pare l'abbiano dimenticato, e chissà quante volte avremmo desiderato non solo ordini e comandi, ma anche un sorriso rassicurante.Ornella

  5. Eh sì, insegnare è proprio una missione!! Sempre ma soprattutto in una scuola dove i ragazzi sono invischiati in mille problematiche familiari, dove il loro unico luogo d'incontro è la strada o peggio il bar, dove la maggior parte degli insegnanti aspetta con ansia il 27 e se cerchi di coinvolgerli, dicendo loro che questo o quell'alunno potrebbe aver bisogno di comprensione , di un aiuto morale, fanno spallucce e ti rispondono infastiditi di non essere degli psicologi. Siamo stati alunni anche noi, anche se spesso molti pare l'abbiano dimenticato, e chissà quante volte avremmo desiderato non solo ordini e comandi, ma anche un sorriso rassicurante.Ornella

  6. Eh sì, insegnare è proprio una missione!! Sempre ma soprattutto in una scuola dove i ragazzi sono invischiati in mille problematiche familiari, dove il loro unico luogo d'incontro è la strada o peggio il bar, dove la maggior parte degli insegnanti aspetta con ansia il 27 e se cerchi di coinvolgerli, dicendo loro che questo o quell'alunno potrebbe aver bisogno di comprensione , di un aiuto morale, fanno spallucce e ti rispondono infastiditi di non essere degli psicologi. Siamo stati alunni anche noi, anche se spesso molti pare l'abbiano dimenticato, e chissà quante volte avremmo desiderato non solo ordini e comandi, ma anche un sorriso rassicurante.Ornella

  7. Proprio così Ornella !Ci conosciamo?Grazie ciao! 🙂

  8. Proprio così Ornella !Ci conosciamo?Grazie ciao! 🙂

  9. Proprio così Ornella !Ci conosciamo?Grazie ciao! 🙂

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...