Archivi tag: presente

Per il futuro che tarda a giungere, se giunge. Di Mariaserena

l'attesa che viene dal mare

l’attesa che viene dal mare

Per il futuro
 
L’anima si ripiega
e in silenzio si chiede
se, secca ogni parola,
non convenga il silenzio.
 
Replicare al banale
rintuzzare l’ottuso
rispondere al volgare ciarlare
all’arrogante serietà senza pudore
oggi in uso ecco il dubbio:
conviene?
 
Oppure forse è meglio
che si scelga un silenzio,
più burbero d’un tuono,
che attenda a fulminare
più chiuso d’una vena
d’acqua profonda e tersa
che attenda di sgorgare?
 
Nel dubbio ascolta i suoni
l’anima dubitosa
di musica a cascate,
riscopre quei colori
stracci di fine estate.
 
Chi giudica e s’indigna
sceglie il rumore ed alza
una bandiera o insegna?
Ma cosa rappresenta
un grido o uno sbeffeggio
che impreca al male
ma promuove
peggiore il compromesso?
 
Chi tace e pensa al dopo
invia segnali chiari,
tracce tenui
segnate appena
su un’erba o su un’ondata
di mare in libecciata:
orme di una stagione
che fu la nostra estate
colorata di libere
bandiere appassionate
del lavoro e pensiero
e non di un tanfo nero.
 
Mariaserena
con lievi varianti da un testo
scritto il 07/10/2011 h 9.35

nota:Frugando nei documenti del pc è venuta alla luce questa cosa, lì per lì mi sono chiesta se per caso non mi dovessi candidare a indovina, ma poi mi sono risposta che non sono io che indovino, è il futuro che stenta ad arrivare. E’ come se fossimo  immersi in un nuovo tempo, il presente dilatato ossia un grigio tempo paludoso che non finisce e non si evolve ma perpetua le stesse situazioni o meglio una lunga decadenza. Ecco forse una definizione potrebbe essere un presente decadente dilatato. La nottata, un tempo, passava; oggi ce la facciamo?