28. Casa nel borgo, e nei sentimenti

Non ho avuto la fortuna di nascere in un luogo a cui rimanere legata dai ricordi d’infanzia, da persone care, da atmosfere e suoni e profumi familiari.
Invece mio marito un luogo del cuore lo aveva e lo ha: e lo abbiamo condiviso da subito, come condividiamo la nostra vita. In quelle strade ritrova ancora passi, rintocchi, voci, volti, persone che non si possono cancellare.
Per questo abbiamo affrontato l’impresa che racconto.

Una casa sulle colline

La casa scelta e poi acquistata, e che adesso è perfettamente ristrutturata, ci ha riservato sorprese, non prevedibili, non immaginabili o semplicemente non evidenti ai sopralluoghi. Può accadere. L’imprevisto è un pepe della vita. Nulla, tuttavia, può fermare chi ha carattere ed intraprenda, con passione e convinzione, un’impresa, piccola o grande, privata o non. E noi, noi famiglia, siamo proprio così. Del resto quando visiti un possibile acquisto mica ti puoi mettere a svellere le mattonelle. Non possediamo la vista fotonica di Mazinga e nemmeno, come Superman, quella ai raggi X e quindi in grado di attraversare la materia solida dunque non potevamo vedere che, mentre i muri erano solidissimi, il tetto, come gli infissi, in ordine e bisognosi solo di ordinaria manutenzione, esistevano invece antichi problemi nelle condutture d’acqua (definirle arrugginite è un eufemismo) che attraversavano il pavimento della cucina. La casa era sul punto di galleggiare.
Siamo persone…

View original post 608 altre parole

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...