Archivi del giorno: 18 maggio 2019

fogli di maggio

Raccolgo qui di seguito alcune coseGIUGNO 2013, in campagna scritte nel mese di maggio in anni diversi


Maggio 2016
Accendere il cervello: on/off.

Il tedio assale a leggere le frasi
di reboanti retori morali
pronti a colpire con gran lance e strali
ed a tranciar giudizi o pene capitali,
eh sì sono gli eroi della tastiera,
gli acchiappa mosche da mattino a sera;
virgulti rifluenti da reflussi
senza una macchia e certo anche indiscussi
ciclando, e riciclano del rusco.
Che telo dico a fare? il tedio è fusco.

Maggio 2015
Ragazzi miei, innovatori immaginari,
secondo i nostri sogni anni sessanta
oggi doveva essere già possibile
galassie avere da colonizzare.

Ebbene mai come in giorni, questi, amari,
mille volte io vorrei e più millanta
che fosse stata proprio realizzabile
avere un pianetino in cui scampare.

E scuotere la polve dai calzari
e non ciabatte, anche da rammendare.

Zan zanetta a bocca stretta, e con amor.

 

Maggio 2013

Scenda la notte
caritatevole sorella
di questo oscuro
opaco mondo
di grassi buoi
di stalle pasciute di strame
di poveri eroi
destinati alla fame.

 

Annunci