Anche le tirannie hanno una scadenza

Homo homini lupus? Non solo.
La natura, come scriveva Leopardi, non ha privilegiato l’uomo, e un motivo ci sarà. Mentre in natura il più forte ha i suoi punti di debolezza (gli ulivi secolari sono stati forti, ora sono indeboliti da un attacco di batteri; le specie dei più grandi carnivori si sono estinte, e potremmo continuare) nel nostro sistema “umano” il più forte si difende asservendo e creando differenze ed emarginazioni.
Questa sua forza è, a mio parere, apparente: qualcuno dei suoi più vicini servi, infatti, non appena può lo tradirà per succedergli nel potere, qualcuno dei differenti vorrà essere uguale e gli emarginati presto o tardi si faranno largo scavalcando gli ostacoli per poter passare dai margini al centro. Tutti saranno attratti dai privilegi e, probabilmente, creeranno altri equilibri precari ed ingiusti. Tutto questo accade fino a quando la luce della ragione non illuminerà le menti suggerendo che o per virtù o per utilità la giustizia e l’equilibrio sociale sono più vantaggiosi dell’ingiustizia e delle disuguaglianze.
La natura ha tempi secolari o millenari e a lunghe stagioni di equilibrio si avvicendano stagioni più brevi di dissesto; invece l’uomo avido, che ripudia il ritmo della natura, ha tempi brevissimi infatti anche i decisori decidenti che si apparentano ai tiranni scadono e a volte scadono in fretta.
Ciononostante chi si sente potente sfida la realtà e la storia e crede che la sua opera si protrarrà a tempo indeterminato; ovvero, come si direbbe a Roma (città che lungamente ha convissuto coi potenti più cialtroni) si crede ‘sti ca.z….. 

Annunci

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...