Archivi del giorno: 18 novembre 2014

Se l’orrore diventa spot

Si susseguono, dettagliatamente documentate dalle tv, le notizie di efferati ed orrendi omicidi dei noti tagliagole. Ormai siamo di fronte a crimini che offendono il genere e la natura umani. Purtroppo si tratta di qualcosa che va ben oltre ogni brutalità immaginabile e che, per di più, è organizzato per esser diffuso con abilità e cura perversa diventando un vero e proprio spettacolo dell’orrore. Non a caso gli assassini medesimi filmano e diffondono i loro delitti.
Tutto questo è estremamente pericoloso e si trasforma, se trasmesso al pubblico impreparato o suggestionabile, in propaganda.
Invece la solita e, lasciatemelo dire, malefica azione dei media televisive non lesina immagini di quei giovani sprezzanti, robusti, addobbati nei loro abiti neri o in divisa di tipo militare, con le armi in pugno, bardati da capo a piedi e che spesso addirittura impugnano proprio quei coltelli che stanno per usare.
Questi assassini sono, per di più, dotati della bellezza tipica della loro età.
La loro immagine, dunque, forte e arrogante, sopraffattrice nella loro funzione di boia, oltre ad offendere nel profondo dell’anima le famiglie delle vittime, può avere un influsso potente e negativo su altri giovani.
Non a caso molti di questi assassini sono stati e tutt’ora sono reclutati tra ragazzi europei.
E allora a chi giova tutto questo?