A chi l’auto e a chi l’espatrio? Quant’era bella la mia Fiat.

Peppe in 500 Croce di Casale_bUn autorevole giornalista del Corriere della Sera (che non mi ricordo come si chiama) ha spiegato stamattina alla soave annuente Isoardi (che non capisco perchè faccia continuamente palpitare le sue lunghe ciglia nere sì che par che pianga ma di piacere ecc ecc) ha spiegato, dicevo, che prima di Marchionne la Fiat stava per fallire, ora invece si espande più bella e splendente che pria. Altrove, chissà dove, chissà dove.
Peccato che io sia la solita diffidente rompina e che mi sia sentito salire il dubbio, assai poco soave, che le auto date in leasing amichevole agli editorialisti e giornalisti dei giornaloni aiutino a pensare positivo.
Peccato: mi sono guastata l’ameno quadretto. Non bianco, ma quasi fatto virente, anzi irridente.

Annunci

4 risposte a “A chi l’auto e a chi l’espatrio? Quant’era bella la mia Fiat.

  1. partecipo alla tua riflessione sulla ‘ meno soave ‘ storia,per gli italiani ,legata al potere della famiglia Agnelli, che insieme a un pugno di uomini potenti , ben allenati, amici tra di loro da lunga data, decide da tempo il destino economico non solo dell’Italia ma dell’Europa , .. sono stati i padroni non solo della Fiat , ma di ben altro : hanno rastrellato la manodopera per la grande fabbrica facendo di fatto migrare piu generazioni di italiani dal sud al nord negli anni del”suo benessere industriale ” oltre alle ingenti somme di capitale pubblico per costruire strade e fabbriche di auto … oggi la beffa .. pochi giorni fa in Italia si è detto e scritto dalla stampa di regime … del grande progetto della Fiat..americana tutti plaudenti politici e sindacati ….oggi sappiamo che tasse non ne pagherà in Italia questo nuovo colosso industriale americano con sedi in Olanda e Regno Unito .. alla faccia degli italiani !!fai bene ad essere diffidente ed anche rompina come scrivi !! sono sempre meno coloro che si avvicinano alla realtà delle cose!!

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...