Controcorrente

Come sempre io voglio essere controcorrente: gira sui social forum un bannerino che dice “io voglio essere come Cècile, e tu?”.
Scusate ma non lo firmerei. Cècile ha la mia solidarietà cosa che qualunque persona civile fa in automatico, ma la ministro è ben tutelata e potente, è persona dei questo governo e del suo apparato.
La mia preoccupazione e la mia vicinanza vanno invece ai veri esclusi: a chi non sa e non può difendersi, a chi è perseguitato dall’ingiustizia vera e dall’esclusione, agli emarginati e ai miserabili (rileggete Hugo, almeno quello) che la storia deposita sui suoi argini come detriti inutili.
La signora Cècile ? certo che vorrei essere come lei: un ministero non si rifiuta mai, ma a me e a voi certo non lo offrono.
Non confondiamo la cafonaggine di alcuni leghisti con la vera ingiustizia verso cui nessuno, ormai, o quasi nessuno riesce a difendersi.
Non confondiamo l’apparenza con la sostanza.
Non confondiamo i tailleur coi i vestiti riciclati e zozzi dei nostri barboni.
Attiviamo il cervello per favore.
Con affetto
MSerena

Annunci

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...