INFANTICIDIO: non solo Erode

Il neologismo femminicidio lo abbiamo trovato, approvato e varato. Non serve a cambiare la testa degli assassini o ad impedire il reato di chi pratica lo stalking ma almeno esiste. Era ora. Le donne non riescono ancora a difendersi o ad essere adeguatamente difese, però ne possono parlare, possono chiedere aiuto.
C’è anche un altro crimine, se fosse possibile stabilire una scala di gravità ancora più bieco e del quale abbiamo già, storicamente, il nome: infanticidio. E in questi casi quasi mai le vittime possono chiedere aiuto o denunciare
Non neghiamolo, non ci nascondiamo, non pensiamo di risolvere glissando o piagnucolando brevemente: i bambini sono uccisi quotidianamente e troppe poche voci ne rivendicano i diritti. Di diritti infatti si tratta e non di amorevoli cure facoltative. Non solo: ma anzi, con la scusa si sfamarli li ammazzano in modo orribile, mentre li portano al nido li dimenticano nel microonde dell’automobile, li affidano a persone gravemente pericolose a se stesse e agli altri, li lasciano molestare da parenti e affini. E chi compie questi misfatti troppo spesso è addirittura un genitore o, come è accaduto in India, un ente “benefico”: la mensa della scuola : il pasto, di riso e lenticchie, fa parte di un programma nazionale di assistenza alimentare chiamato “Mid-day Meal Scheme” e che ha l’obiettivo di combattere la malnutrizione che colpisce ben il 47% dei bambini indiani. (Il Sole 24 Ore )
Sappiamo tutti che qui ho citato solo casi recenti e solo per questo particolarmente eclatanti.
Non basta ancora? Fino a quando le voci degli innocenti piangeranno invano?

Annunci

2 risposte a “INFANTICIDIO: non solo Erode

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...