Guglielmo (non conquistatore) Epifani; in arte liquidatore Pd

Eloquente

Guglielmo non è un conquistatore e forse per questo ama più quiete stanze arredate con umbratili scrivanie e che non mescolarsi alla chiassosa piazza  che i lavoratori, impegnati in una giornata di manifestazione per il lavoro, si sono ripresi, per una mezza giornata, a buon diritto.
Guglielmo il quieto dichiara che “la piazza si ascolta”, e forse, aggiungiamo, è meglio se si fa viva con un fax. Nemmeno i twitter , ipotizziamo, ama Guglielmo il pensatore.

Ma va bene così: né Guglielmo il posato, né il Pd del cupio dissolvi e che si è affidato alle amorose tutele di un elegante curatore fallimentare, scendono in piazza, piuttosto, casomai, salgono e rimangono in politica. Già salgono: ma dove? in piccionaia, in un palchetto di quart’ordine a far da claque al Berlusconi e i suoi seguaci.
E allora va proprio bene così: ora che il mondo politico ha preso chiare distanze dal mondo del lavoro nessuno potrà più stupirsi se i lavoratori si uccidono o sparano e i politici fanno salotto in tv o in convento.
Un normale cittadino ora sa che i suoi problemi sono sempre soltanto suoi (e ringrazia se i li condivide coi suoi simili) mentre i privilegi restano con loro, le loro giacche intonate, le cravatte assortite al resort e le borse di pelle profumata di … umano.

Annunci

Una risposta a “Guglielmo (non conquistatore) Epifani; in arte liquidatore Pd

  1. Parafrasando uno dei protagonisti di una serie TV……”CHE AMAREZZA !”

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...