Saggi d’Aprile

La Pasquetta vien cantando
vien cantando alla tua porta
sai tu dirmi che ti porta?

Porta un mazzo alquanto strano
non di fiori o di verzure
ma bipartisan anzianotti
messi in vigna a far da palo
a rappresentanti eletti
che non parlan con nessuno.

La Pasquetta vien cantando
vien cantando alla tua porta
sai tu dirmi che ti porta?

Un afror di roba antica,
e d’esperti un ricomposto
ed inedito squadrone
o invenzione e”istituzione”
che a chi vuole un cambiamento
mette addosso lo scontento.

Annunci

4 risposte a “Saggi d’Aprile

  1. anche oggi hai ‘ rimato’ giusto : con un nuovo partito in un parlamento ringiovanito almeno del 50% questo’ compostaggio di vecchie glorie ‘mantiene il sistema in stagnazione a garanzia dei plutocrati chre ancora non sanno dove portare i loro averi!! se fossero tutti averi tossici farebbero bene a riportarli … a casa loro… oltre oceano … dagli untori della nostra disgraziata peste politica .. togliamoci lo scontento Mariaserena e speriamo nella primavera italiana!!

  2. lasciamoli e andiamocene nell’aria pulita, la nostra, scuotendo anche la loro polvere lontano da noi.

    • Lasciamoli, Mariaserena, ma dove andiamo? Loro sono sempre li’, non li muove neanche la Tramontana a 200 km/ora. Il Grillo ha suscitato illusioni in circa 1/3 degli italiani. E’ finita con lo sgonfiamento di quella tronfiezza prima della presa di coscienza della delusione. NON POSSIAMO TRASFERIRCI PER VOTARE IN SVIZZERA. Siamo in un mare di guai, come si dice, e le scialuppe non si vedono. Confidiamo, come sempre, nello sguardo protettivo del Padreterno!!! E ti saluto, anche qui, Gabriele.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...