Archivi del giorno: 23 gennaio 2013

Duelli tristi: Sechi vs Alfano (e viceversa) a Ballarò

Sechi vs Alfano (e viceversa a Ballarò)

Ho provato a vincere la mia insofferenza da saturazione per i talk politici: ho acceso la tv e, visto che non c’era lo stupidario dei pacchi di Affari vostri, ho visto 5 minuti di Ballarò.
Cinque minuti sprecatissimi.
5 minuti sufficienti per ascoltare Sechi che attaccava il pdl dicendo che l’imu e l’aumento delle tasse erano colpe di Berlusconi che aveva portato sul baratro l’Italia salvata però dal prode Monti.
5 minuti decisamente troppi:  anche per sentire l’inconsistente replica di Alfano che invece di usare la logica (sarebbe bastato dire che allora l’Italia l’aveva salvata Berlusconi visto che imu e aumenti erano sua responsabilità ma erano indispensabili come l’attuale Monti ha sostenuto insieme a suoi valenti ministri per tutti questi mesi) s’è incartato arrampicandosi con le solite cartate di balle.
5 minti davvero da buttar via con Susanna, in arte CGIL, che si appellava al dejà vu di vecchie campagne elettorali: ma a che serve? Duelli tristissimi, vuoti, irritanti per qualsiasi modesta intelligenza comune.
E  allora uno cerca, invano ravanando col telecomando, un Terence Hill, o un Derrick d’annata, un irritante Poirot o perfino un bolso commissario Cordier.
Aridateme subito Sandokan; uno dal duello leggendario, uno affrontava a pugnalate le tigri e avversava, lui sì fieramente, il perfido James Brooke, il Raja di Sarawak.
Quelli di Ballarò e affini  sono solo duelli tristi, tristi tristi tristi. Per un’Italia che non li sopporta più.

Sandokan