La cornacchia e l’antenna

All’alba chiami il sole col tuo canto arrochito

e indifferente posi su un traliccio brunito

che riceve ad ogni ora, da lontana frequenza,

ipocrite menzogne dette senza decenza.

Sinceramente canti cornacchia piumardita,

sgraziata non ci sembri la voce tua; erudita

dal volare non basso in un cielo arancione

simbolo tu mi appari, d’umana condizione.

Se cambiasse frequenza

tornerebbe decenza?

Annunci

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...