Padri e figli: ci vogliono nemici? di Mariaserena

Difendere l’articolo 18 non avversa i giovani.

Vero: i giovani sono nella tagliola dei contratti atipici (progetto, partita-iva ecc) consenzienti, sciaguratamente, i sindacati.

Ma un male non deve cancellare conquiste civili.

Attenzione: servono obiettivi, non disgregazioni e conflitti.

Invece, ad arte, si sfasciano le componenti della società, si fomentano conflitti generazionali per fare padri e figli reciprocamente controparti, quindi schiavi.

Ennesima, perversa manipolazione; divide et impera anche tra padri e figli.

Ed accade che gli adulti abbiano paura dei figli, fino a non generarne più: costano!

Di contro i giovani usano e rigettano i genitori e anziani:pesano!

Trionfa capitalismo, trionfa!

2 risposte a “Padri e figli: ci vogliono nemici? di Mariaserena

  1. Mi riconosco nel tuo post. Lavoratori atipici, non possiamo avere figli: come li si può mantenere se non si riesce a mantenere se stessi?
    Io inizio a odiare (trentenne quale sono) quelli che restano al lavoro e non vanno in pensione e che hanno un posto a tempo indeterminato.
    Il circolo d’odop che descrivi è già qui per molti.

  2. Proprio così, lupus; chi vorrebbe andarsene (e non può più farlo) subisce una doppia pressione; chi vorrebbe subentrare una doppia (o tripla) ingiustizia.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...