Addio, mamma – di Mariaserena

 Addio Mamma

mamma 1953

Mamma, come eri bella

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cosa rimane, oltre al mio pianto:

il vuoto, parvenza estrema d’immagine.

Troppo lontani i tuoi occhi

e come persi,

azzurri, disperati, senza pianto.

Cosa rimane; non rimane il senso

d’un dolore profondo,  amaro e oscuro,

fuggito da una vita

e che quella conclude.

 

Le mani strette, la paura, i segni

del male che t’assale e si diffonde.

Rimane, nella notte un’ombra fredda.

Mamma, addio.

 

30 Aprile 2011

Annunci

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...