molo con figure

Pagine bianche
 
Brume, nel cielo di pagine bianche,
calcano orme grigie: pensiero.
E se quest’aria accogliesse una vela,
tra mare e cielo, sarebbe mistero

Invece scivola lento nell’acqua
il flusso opaco d’un moto nascosto,
vita e non vita di regni, o risacca:
creature inerti od un granchio scomposto.

Sale e ritorna, la luna lo chiama,
il mare lascia detriti di schiume;
scende e risale nel tempo la vita
gira la carta, la storia è infinita.
 
Storia di storie, dettagli e bisbigli
trovi in te stesso, anche senza consigli.

Mariaserena, 10 Aprile 2011


 

 

4 risposte a “

  1. Pagine bianche che ognuno di noi ha da scrivere in questa vita, a ciascuno la scelta se omologare il proprio pensiero a quello corrente o cercare con fantasia e consapevolezza la propria strada. Bellissimi i versi e le riflessioni. Un abbraccio e buona serata. Pietro. 

  2. Grazie Pietro! Apprezzo davvero la  tua sensibilità fine ed attenta.
    Ricambio l'abbraccio! 

  3. GRAZIE Vinicio! io racconto, tu fotografi 

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...