RACCONTO NOTTURNO – di Mariaserena Peterlin

 
RACCONTO NOTTURNO

clicca  sull'icona per vedere il testo in versione fotopoesia 


RACCONTO NOTTURNO
 


Mentre la notte avvolge
terra e cielo
e gli uomini e le cose
cedono senza fretta
al tempo dell’incosciente sonno,
insidiosi maturano
gli incubi e i pensieri:
non attendono e incalzano
più di oggi e di ieri.
Ti ritrai lentamente, soccorso chiedi
alla ragione amica
ché questo sonno antico
non si perda in
fatica.
Chiudi in silenzio gli occhi
e rallenti il respiro.
Passerà questo tempo
passerà.

Ti racconti una storia
che ti riporta indietro.
Lo sai ch’è già accaduto
è come un liscio vetro
da cui guardi attraverso:
né odori né rumori
solo sembianze e segni
a stento conosciuti,
ma li ripeti piano
narrandoli a te stessa.
L’alba ti giunga amica
con la luce sommessa,
come una dolce voce
con un raggio soltanto
cancellerà quegli incubi
e il sogno, che è ormai stanco.  
         

Mariaserena Peterlin, 15 febbraio 2011

 

2 risposte a “RACCONTO NOTTURNO – di Mariaserena Peterlin

  1. Un piacere ed un'emozione leggerti.
    Molto bello davvero.
    gctomaselli

  2. Grazie, gctom.
    Essere letti è altrettanto emozionante.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...