Narrare, raccontare o la restituzione dell'AGORA'?di Mariaserena Peterlin

CAPITOLO 2

O parlo io o parli tu

Mi lasci parlare?
Mi alzo e me ne vado!
 
Ridicoli e volgari personaggi urlano nei set televisivi, e si permettono di entrare nelle nostre case latrando le loro cosiddette opinioni.
Abbiamo perso l’agorà, ci hanno chiusi, o ci siamo lasciati chiudere, nelle nostre case-scatole e il nostro focolare domestico (Arbasino) non è nemmeno più famigliare poichè ciascun membro di quel che rimane della famiglia ha il suo schermo personale (tv o pc che sia).
Da quelle scatole urlano o sogghignano personaggi brutali e cafoni, o ammiccano giochi che assorbono ogni attenzione ed emozione, che seminano solo la malerba dell’opinionismo relativista.
Ciascuno pretende di avere la sua verità e pretende, errore fatale, che il concetto di opinione e quello di verità siano equivalenti.
Noi, spesso quasi inconsapevolmente seguaci di questi pessimi modelli, ci stiamo isolando sempre di più. Il consenso tra le persone si misura sull’adesione ad un’opinione; un po’ come accade per le cosiddette fedi calcistiche o sportive. Il sentirsi parte di una società non significa essere curiosi di conoscere quello che gli altri pensano, ma legarsi ad un consenso comune che non richieda troppo uso della facoltà raziocinante.
 
Abbiamo fortemente bisogno di una dimensione comunicativa diversa. Il singolo, il genitore, l’insegnante, la scuola non possono cambiare d’un tratto tutto questo.
Però penso debbano porsi (dobbiamo porci) il problema.

23 risposte a “Narrare, raccontare o la restituzione dell'AGORA'?di Mariaserena Peterlin

  1. Bellissimo post che condivido totalmente. Purtroppo lo stile televisivo proposto in questi anni e soprattutto molto diffuso in questi giorni ha contagiato anche chi per esempio si era impossessato della tecnologia per diffondere le proprie idee in modo alternativo e secondo un'etica di reale confronto. Ultimamente proponevo i post del mio blog su un sito .. Reset-Italia da quale sono stato di fatto escluso perche' mi sono permesso di criticare una delle loro collaboratrici che non ha retto a questa critica. Si mettono le proprie idee in rete con la errata consapevolezza che queste siano la verita' assoluta.

  2. Bellissimo post che condivido totalmente. Purtroppo lo stile televisivo proposto in questi anni e soprattutto molto diffuso in questi giorni ha contagiato anche chi per esempio si era impossessato della tecnologia per diffondere le proprie idee in modo alternativo e secondo un'etica di reale confronto. Ultimamente proponevo i post del mio blog su un sito .. Reset-Italia da quale sono stato di fatto escluso perche' mi sono permesso di criticare una delle loro collaboratrici che non ha retto a questa critica. Si mettono le proprie idee in rete con la errata consapevolezza che queste siano la verita' assoluta.

  3. Quoto tutto quello che hai detto. Questo è uno dei motivi per cui non guardo più la televisione.

  4. @ #1 ti ringrazio e condivido la tua opinione.
    Non si accetta il confronto, le idee non sono più idee ma slogan.
    Per questo facevo l'esempio del tifo da curva; la squadra o la maglia si amano e non si discutono.
    La mia impressione è che ridurre a questo la dialettica e la ricerca di un pensiero sia una delle ragioni per cui ci si guarda inutilmente attorno alla ricerca di una vera alternativa alla cosiddetta "anomalia italiana"
    Solidarizzo con te. Triste essere esclusi per essersi liberamente espressi.
    Un saluto

  5. @ #1 ti ringrazio e condivido la tua opinione.
    Non si accetta il confronto, le idee non sono più idee ma slogan.
    Per questo facevo l'esempio del tifo da curva; la squadra o la maglia si amano e non si discutono.
    La mia impressione è che ridurre a questo la dialettica e la ricerca di un pensiero sia una delle ragioni per cui ci si guarda inutilmente attorno alla ricerca di una vera alternativa alla cosiddetta "anomalia italiana"
    Solidarizzo con te. Triste essere esclusi per essersi liberamente espressi.
    Un saluto

  6. Ciao Rimmel, grazie.
    In effetti non guardare piu la tv è un sollievo.
    Tuttavia oggi ho visto una replica de "il grande Talk" in cui la giornalista Barbara Serra ha dato lezione di giornalismo impegnato e serio a Sallusti…
    non siamo noi italiani a non interessarci dei veri problemi, sono i nostri media che ci impongono, per ragioni di mercato, solo dquallide notizie da sexy-shop (o show?) e abbassano il livello culturale e dell'attenzione alle cose vere e serie.
    Sallusti ha perfino detto "la missione dei media non è fare cultura, ma vendere"…. a questo punto tutto torna, no?
    Un saluto

  7. Ciao Rimmel, grazie.
    In effetti non guardare piu la tv è un sollievo.
    Tuttavia oggi ho visto una replica de "il grande Talk" in cui la giornalista Barbara Serra ha dato lezione di giornalismo impegnato e serio a Sallusti…
    non siamo noi italiani a non interessarci dei veri problemi, sono i nostri media che ci impongono, per ragioni di mercato, solo dquallide notizie da sexy-shop (o show?) e abbassano il livello culturale e dell'attenzione alle cose vere e serie.
    Sallusti ha perfino detto "la missione dei media non è fare cultura, ma vendere"…. a questo punto tutto torna, no?
    Un saluto

  8. metto qui il contatto twitter con Barbara Serra che voglio provare a seguire

    http://twitter.com/#!/BarbaraGSerra

    http://it.wikipedia.org/wiki/Barbara_Serra

  9. metto qui il contatto twitter con Barbara Serra che voglio provare a seguire

    http://twitter.com/#!/BarbaraGSerra

    http://it.wikipedia.org/wiki/Barbara_Serra

  10. mi correggo
    la trasmissione si chiama TV Talk
    (l'altro era il vecchio titolo)

  11. mi correggo
    la trasmissione si chiama TV Talk
    (l'altro era il vecchio titolo)

  12. Ho visto tv talk, è una delle poche trasmissioni che ancora riesco a seguire in tv e anch'io sono rimasta sconcertata alle affermazioni di Sallusti!

  13. Ho visto tv talk, è una delle poche trasmissioni che ancora riesco a seguire in tv e anch'io sono rimasta sconcertata alle affermazioni di Sallusti!

  14. concordo, maestra!
    Anche perché , se non vado errata, i quotidiani ricevono finanziamenti coi nostri soldi… e perchè li paghiamo se dobbiamo  essere informati su…  ecc ecc?
    ciao grazie!

  15. concordo, maestra!
    Anche perché , se non vado errata, i quotidiani ricevono finanziamenti coi nostri soldi… e perchè li paghiamo se dobbiamo  essere informati su…  ecc ecc?
    ciao grazie!

  16. mi chiedo se qualcuno si è mai posto il problema educativo ..dei mass media …mi chiedo se chi è a capo delle dirigenze sia di giornali che di tv o radio , si pongano il problema…mi chiedo se esista anche per i programmi senza nessuna distinzione , un codice deontologico da seguire …la tv e la radio e i giornali per decenni ci hanno diseducato ..o educato…credo però di più nella prima tesi ..ormai è consuetudine mandare in onda di tutto e di più..per cui si assiste  a dibatti in cui uno sparla ..non dibatte .ma sparla ..capacità di ascoltare l'interlocure ..pare che non esista ..impotenti assistiamo a sovrapposizioni di voci ..credo che questi mezzi oggi siano più potenti di ogni agente educativo ..entrano in casa nostra e assistiamo a quello che tu hai detto chiaramente ..e assimiliamo e perpetuiamo…..ci adeguiamo alla massa …un assorbimento quasi inconsapevole …
    un saluto
    elisa

  17. mi chiedo se qualcuno si è mai posto il problema educativo ..dei mass media …mi chiedo se chi è a capo delle dirigenze sia di giornali che di tv o radio , si pongano il problema…mi chiedo se esista anche per i programmi senza nessuna distinzione , un codice deontologico da seguire …la tv e la radio e i giornali per decenni ci hanno diseducato ..o educato…credo però di più nella prima tesi ..ormai è consuetudine mandare in onda di tutto e di più..per cui si assiste  a dibatti in cui uno sparla ..non dibatte .ma sparla ..capacità di ascoltare l'interlocure ..pare che non esista ..impotenti assistiamo a sovrapposizioni di voci ..credo che questi mezzi oggi siano più potenti di ogni agente educativo ..entrano in casa nostra e assistiamo a quello che tu hai detto chiaramente ..e assimiliamo e perpetuiamo…..ci adeguiamo alla massa …un assorbimento quasi inconsapevole …
    un saluto
    elisa

  18. si sia …mai chiesto

  19. Infatti Elisa, tutte domande fondate, ragionevoli e inevitabile per chi sa bene quale sia l'impatto dei media sui ragazzi…
    Ormai non c'è più nemmeno la fascia protetta, perchè le repliche passano a qualsiasi ora…

  20. Infatti Elisa, tutte domande fondate, ragionevoli e inevitabile per chi sa bene quale sia l'impatto dei media sui ragazzi…
    Ormai non c'è più nemmeno la fascia protetta, perchè le repliche passano a qualsiasi ora…

  21. Per elisa.
    E chi dovrebbe chiederselo ? Minzolini? Fede? Ferrara?
    ..e ho detto tutto !!

    Andrea

  22. Per elisa.
    E chi dovrebbe chiederselo ? Minzolini? Fede? Ferrara?
    ..e ho detto tutto !!

    Andrea

  23. @ Andrea, infatti sì. Concordo con te, non si sputa nel piatto dove si mangia.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...