Sto bene con me e me ne infischio di te me: generazione egoismo? di Mariaserena Peterlin

PENSARE PRIMA A SE STESSI PUO' FAR MALE ?


Oggi la tastiera va a scrosciare sulla generazione – genitori.
Sulla generazione studenti & figli si parla tanto da sfinire anche la tastiera più ribelle.
Sui genitori, categoria multi-generazionale onnicomprensiva e destinata alla realizzazione del sé si parla un po’ meno. 
Di solito se ne parla per stabilire, dall’alto dei tacchi 15 di Parietti e delle autorevoli tette parlanti di qualcun’altra Belen, oppure dalle basettone ripitturate di fresko di qualche immarcescibile semisplendido sessantacinquenne pseudo psicologo, che sì è importante realizzare se stessi ed è prioritario essere felici con sé, sennò ci si ammala, e che per crescere è giusto attendere il momento giusto per sé. 
E degli altri chissene.
Tastiere non vi allarmate.
Non sto proponendo un modello anni 50. 
Ma proprio no. 
Anacronistici e legnosi quegli anni.
Sto scrosciando su questo enorme ESSERE SÉ STESSI.
E sono alla ricerca di una spiegazione.
Essere se stessi significa mettersi la vita sulle spalle e la strada tra i piedi, significa tener presente che ci sono anche le altre persone oppure significa mi faccio i c… miei e me ne f… di voi?
Significa sentirsi parte di una realtà o usarla? 
Significa, per usare l’immagine di una bella creatura metaforica e naturale, che ci ha tenuto allegra compagnia ieri, covare o bersi l’uovo altrui?


 

Annunci

4 risposte a “Sto bene con me e me ne infischio di te me: generazione egoismo? di Mariaserena Peterlin

  1. la discussione è senza dubbio complessa..io credo che una ragione non debba per forza escludere l'altra..si può essere felici con se stessi essendo utili agli altri, anzi, a volte penso che la felicità personale non possa prescindere da quella altrui..in fin dei conti siamo pur sempre degli animali sociali, no?un salutog.

  2. la discussione è senza dubbio complessa..io credo che una ragione non debba per forza escludere l'altra..si può essere felici con se stessi essendo utili agli altri, anzi, a volte penso che la felicità personale non possa prescindere da quella altrui..in fin dei conti siamo pur sempre degli animali sociali, no?un salutog.

  3. la discussione è senza dubbio complessa..io credo che una ragione non debba per forza escludere l'altra..si può essere felici con se stessi essendo utili agli altri, anzi, a volte penso che la felicità personale non possa prescindere da quella altrui..in fin dei conti siamo pur sempre degli animali sociali, no?un salutog.

  4. la discussione è senza dubbio complessa..io credo che una ragione non debba per forza escludere l'altra..si può essere felici con se stessi essendo utili agli altri, anzi, a volte penso che la felicità personale non possa prescindere da quella altrui..in fin dei conti siamo pur sempre degli animali sociali, no?un salutog.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...