Addio Ted Kennedy

Dicono sia morto

il difensore del sogno americano.

Già. Adesso che l’America

non è più così lontana

così diversa dall’Europa

e tanto più vicina di noi

alla luna.

 

Adesso proprio adesso:

mani e bocche, visi e cuori

sognano,

e sognano americano.

Non turbate i nostri sogni.

Addio Ted, il sogno ti accompagni.

 

Dicono sia morto nella sua casa

un senatore anziano,

un leone malato,

un re di una vecchia dinastia,

un patriarca addirittura

senza stirpe, senza eredi

dicono. Ma non è vero.

 

Adesso, proprio adesso

che dinastie e cordate,

che parentele improvvisate

si ammantano di vanità

e e gridano: io amo l’America!

No, non muore Ted Kennedy.

Ted, figlio dell’America.

 

Dicono che sia morto,

ma chi?

Quel ragazzo che abbiamo amato?

Il più giovane e bello dei tre?

Quello che la sorte ci aveva lasciato

quello che la cronaca aveva scrutato

e la vita aveva segnato e seguito,

illuminato e lusingato

e poi ferito?

 

 

 

Adesso, proprio adesso?

Che facce trionfanti e volgari

sguaiate sorridono di ghigni

rifatti e incipriati,

di pelose parrucche,

di flash rubati?

Addio Teddy

sorriso forte e vulnerabile.

Nel tuo sorriso era la vita.

 

 

Dicono che sia morto.

Ma il sonno è sceso su di lui

insieme alla nostra giovinezza.

Non abbiamo bisogno

solo di santi,

ma di uomini che amino la lotta.

E quanto abbiamo amato

tutto di quei fratelli!

Quanto ci hanno dato

che il tempo non cancella.

Odiose lingue stampate

non scalfirete i nostri ricordi.

 

Adesso, proprio adesso

che il sonno è sceso su di lui

il sogno ricomincia:

America sogna

sogna ancora quel sogno amato

indefinito, profumato di vita

di futuro e di cielo,

di luna e di bandiere stellari.

 

Sogna ragazzo,

in pace riposa e sogna,

perchè in quel sogno, Teddy,

sei con noi.

 

Annunci

4 risposte a “Addio Ted Kennedy

  1. Scusa se mi permetto, ma a me è sempre parso un tipo come berlusconi. Basta vedere in quale modo si comportò, tanti anni fa, quando ebbe l’incidente con la macchina e morì una sua amica. Un vero figlio di mignotta (se mi permetti). Chissà cosa scriverai alla morte del Cavallo Sivio Berlusconi. Un saluto
    Masaghepensu
    (Ma se ci penso)

  2. Preferirò sempre scrivere quello che penso, e non quello che pensano o mi fanno pensare gli altri.
    Preferirò esprimere quello che sento, e non il sentire indotto dai media o dai giornalisti che non stimo.
    Niente scuse, siamo in democrazia.

  3. sì, nonostante le ombre, credo che i Kennedy rimarranno nella memoria di molti, non solo americani..
    (se ti va di passare da me c’è la storia di un ragazzino di Napoli 🙂
    ciao

  4. I Kennedy hanno fatto un pezzo di storia e saranno ricordati.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...