Riflessioni di SISMOLOGIA POLITICA : a PROPOSITO DI SCOSSE E DI FUTURO DEL PAESE

Io penso che: l’opinione personale.
mariaser1 news 07
Per quest’anno pensavo che fossimo sazi di terremoti e scosse, ma forse mi illudevo.
Allora mi chieso: ai giovani e alle famiglie, alle necessità del paese, al problema del precariato e del futuro, a una ripresa anche culturale e morale si pensa quando in Tv si parla per mezz’ora preannunciando o profetizzando scosse? Sembrerebbe di no.
Ancora una volta chi si preoccupa ed interroga sul futuro del paese con animo democratico e con attenzione alla realtà sociale si stupisce nel perseverare di un atteggiamento così lontano dall’essere propositivo e pragmatico.
Ci sarebbe bisogno di proposte per una politica del lavoro e dello sviluppo, di idee per la crescita culturale e sociale. Ma per farlo è anche urgente trovare nuove chiavi di lettura di questa nuova società prodondamente mutata.
Sembrerà banale ripeterlo, ma non siamo più nel 900, e questa attuale realtà sociale e umana, piaccia o no, non si può ricondurre a vecchi schemi politici. E’ cambiato tutto, e non sempre in meglio. Il patrimonio morale e politico, sia laico sia religioso è totalmente destrutturato, la concezione stessa della vita e dell’impegno sono, anche rispetto a tempi recenti, stravolti.
E tuttavia i cambiamenti epocali sono qualcosa di cui si deve tener conto: vanno letti e considerati con rispetto e qualche distanza critica.
Invece sembra di assistere più che altro all’esibizionr di vecchi schematismi.
Se è vero che è esagerato dire che per i giovani sotto i 40/45 anche la distinzione tra sinistra e destra è ormai più sociologica che non politica ed economica, è anche vero che sussurrare o gridare da sinistra vecchi principi e analisi aggrinzite significa eludere il presente.
Il presente è una realtà problematica e spesso scoraggiante, ma ha anche potenzialità interessanti.
Invece le cariatidi storiche che non si accorgono del cambiamento epocale rischiano di far solo danno.
Un peccato.
Chi ha osservato e vissuto gli ultimi cinquat’anni di vita italiana riconosce vecchi segni, mentre vorrebbe scoprirne di nuovi.
Forse anche per questo viene da dire che se il Pd di Franceschini alle Europee è risultato inadeguato, la profezia della scossa oggi risulta imbarazzante e deludente.

Annunci

21 risposte a “Riflessioni di SISMOLOGIA POLITICA : a PROPOSITO DI SCOSSE E DI FUTURO DEL PAESE

  1. E perchè mai?
    E’ come il tizio che pronosticava il terremoto a Sulmona e poi c’è stato a L’Aquila….

  2. E perchè mai?
    E’ come il tizio che pronosticava il terremoto a Sulmona e poi c’è stato a L’Aquila….

  3. Un abbraccio grande a tutte e due.
    Caterina

  4. Un abbraccio grande a tutte e due.
    Caterina

  5. Ehi Cate!
    se dovemo vedè…. con Viv!

  6. Ehi Cate!
    se dovemo vedè…. con Viv!

  7. Sì vedetevi e preparate crostate !

  8. Non ci credo????

    Tu esci fuori solo se si parla di mangiare????

    Ciao Andrea 🙂

  9. Non ci credo????

    Tu esci fuori solo se si parla di mangiare????

    Ciao Andrea 🙂

  10. OK, proviamo a fissare una data e vediamo che succede?

  11. OK, proviamo a fissare una data e vediamo che succede?

  12. A cena giovedì 02 luglio?

  13. Why not?
    Ma da qui al 2 luglio beato chi c’ha ‘n occhio..!

  14. Why not?
    Ma da qui al 2 luglio beato chi c’ha ‘n occhio..!

  15. poesse poesse
    da confermare però
    sono sotto dentista!

  16. poesse poesse
    da confermare però
    sono sotto dentista!

  17. Io il 2 non posso…

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...