TERREMOTO : tempo della cronaca e tempo dello sciacallo

Le cronache giornalistiche ci hanno raccontato ogni dettaglio possibile, hanno inquadrato lacrime e distruzioni di persone e cose. Nessun particolare è mancato e tutto è stato detto con allucinata insistenza. E’ comprensibile ed inevitabile.

Ma ora è il tempo, anche per i mass media, di essere di aiuto e di passare ad un’informazione di servizio e di supporto.

Invece assistiamo a servizi e trasmissioni televisive in cui da un lato ci si accanisce nella reiterazione del già detto e dall’altro si anticipano le conclusioni delle indagini degli organi competenti, della Magistratura, degli esperti. Microfono alla mano, telecronisti o sedicenti tali ci aggrediscono dalla tv di casa e si improvvisano sismologi, docenti di Tecnica o Scienza delle costruzioni, di scienza dei materiali, di Architettura e Ingegneria.

Questa mattina una di queste creature-senza-un-perché ha annunciato al popolo italiano che “la vita naturale del calcestruzzo è di 50 anni, dopo di chè si sgretola”.

E se la fandonia non fosse ciclopica saremmo già scappati tutti per strada: già, ma dove?

Si fermiamo questi scriteriati. O sarà necessario provvedere a terapia psicologica anche per loro. L’Abruzzo ha bisogno di aiuto per il presente e futuro, questo tipo di comunicazione oltre ad essere incompetente manca di professionalità e demolisce ogni recupero.

Chi informa deve essere oggettivo e documentato, e ricordarsi che le telecamere del Grande Fratello, coi suoi avvilenti confessionali, stanno altrove. Come anche gli sciacalli.

Annunci

11 risposte a “TERREMOTO : tempo della cronaca e tempo dello sciacallo

  1. Senza contare blogger che si scagliano contro tutti, lanciano accuse, fanno allarmare l’Italia e non un grazie per chi è lì ad aiutare, anzi . . .

    http://miskappa.blogspot.com/

    Ciao, R

  2. Senza contare blogger che si scagliano contro tutti, lanciano accuse, fanno allarmare l’Italia e non un grazie per chi è lì ad aiutare, anzi . . .

    http://miskappa.blogspot.com/

    Ciao, R

  3. L’aquilano Vespa ha fatto dei servizi in cui notavo il suo attaccamento per la sua terra. per lui trovo pretestuose le accuse di essere sciacallo.

    invece sono rimasto disgustato da Annozero. dopo poco ho capito qual’era la tesi di Santoro. Attaccare la Protezione Civile e di qui il Governo. sarebbe legittimo se tutto fosse andato a puttane con i soccorsi, invece si sono attaccati sul nulla. deprimente.

  4. L’aquilano Vespa ha fatto dei servizi in cui notavo il suo attaccamento per la sua terra. per lui trovo pretestuose le accuse di essere sciacallo.

    invece sono rimasto disgustato da Annozero. dopo poco ho capito qual’era la tesi di Santoro. Attaccare la Protezione Civile e di qui il Governo. sarebbe legittimo se tutto fosse andato a puttane con i soccorsi, invece si sono attaccati sul nulla. deprimente.

  5. Ho ascoltato un’intervista dove una giornalista ha chiesto a due persone che dormivano in macchina se avevano mangiato nella giornata. Alla risposta negativa, l’intervistatrice ha ribattuto:” non avete mangiato, perchè non avevate fame?”. Ecco, qui andiamo ben oltre il giornalismo scadente, qui si entra direttamente nell’ incapacità umana di relazionarsi con gli altri.

  6. In effetti mi riferisco proprio al giornalismo scadente e che cerca comunque solo l’effetto clamoroso e non la notizia.
    Concordo con voi, Xunder e Fiordicactus; e FabioCavallari ha ragione e coglie un aspetto fondamentale.
    Mi permetto di aggiungere che non è innalzando le forche alla ricerca dei colpevoli (che ovviamente se ci sono vanno individuati e perseguiti a norma di legge) che si aiutano le vittime.
    Anche su blog dovremmo darci un codice di correttezza.
    Insieme a voi auguro una Pasqua di Speranza agli abruzzesi e a tutti.
    Grazie della vostra attenzione 🙂 che ricambio!

  7. In effetti mi riferisco proprio al giornalismo scadente e che cerca comunque solo l’effetto clamoroso e non la notizia.
    Concordo con voi, Xunder e Fiordicactus; e FabioCavallari ha ragione e coglie un aspetto fondamentale.
    Mi permetto di aggiungere che non è innalzando le forche alla ricerca dei colpevoli (che ovviamente se ci sono vanno individuati e perseguiti a norma di legge) che si aiutano le vittime.
    Anche su blog dovremmo darci un codice di correttezza.
    Insieme a voi auguro una Pasqua di Speranza agli abruzzesi e a tutti.
    Grazie della vostra attenzione 🙂 che ricambio!

  8. Hai ragione…purtroppo. Auguro a te e alla tua famiglia una Pasqua serena. Un abbraccio, Pietro.

  9. Tanti hanno speculato sul dolore altrui e per altri ancora sepolti sotto le macerie che non verranno cercati da nessuno, cala il silenzio; per loro nessuna lacrima…

  10. Non è generoso verso chi scava da quella maldetta notte lasciare sospettare che non si sia lavorato per tutti.
    Per quanto mi riguarda mi rifiuto di innalzare forche preventive.
    Credo che ci siano abbastanza magistrati in Italia per poter sperare che saranno svolte tutte le indagine necessarie.
    Ho lavorato tutta vita nello Stato e per la scuola di Stato; non ho mai rinnegato le istituzioni per cui ho speso una vita, nè lo farò adesso.
    Credo che in tutte le circostanze, ma in questa in particolare, si debba lavorare ed essere presenti.
    In questo momento sparando nel mucchio si colpiscono tutti, anche i morti.
    Buona Pasqua a tutti.

  11. Non è generoso verso chi scava da quella maldetta notte lasciare sospettare che non si sia lavorato per tutti.
    Per quanto mi riguarda mi rifiuto di innalzare forche preventive.
    Credo che ci siano abbastanza magistrati in Italia per poter sperare che saranno svolte tutte le indagine necessarie.
    Ho lavorato tutta vita nello Stato e per la scuola di Stato; non ho mai rinnegato le istituzioni per cui ho speso una vita, nè lo farò adesso.
    Credo che in tutte le circostanze, ma in questa in particolare, si debba lavorare ed essere presenti.
    In questo momento sparando nel mucchio si colpiscono tutti, anche i morti.
    Buona Pasqua a tutti.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...