PC a 10 anni? Niente allarmi se teniamo alla famiglia.

mariaserena_ostialido1[1]Le news ci dicono, con tono pre-allarmati, che a dieci anni i ragazzini hanno già una disinvolta conoscenza del pc che usano con estrema facilità e come anche i telefonini che per papà e mamma possono essere un po’ difficili da adoperare.
Riflessioni? Ahimè inevitabili.
E dunque prima che vengano individuate priorità educative ineliminabili e perciò prima che:
1) a qualche pedagogista da sbarco venga in mente di proporre come metodo educativo una scansione oraria della giornata in cui il minutaggio della presenza davanti al pc sia calcolato con un’equazione di secondo grado
2) a qualche esperto di formazione di frontiera venga l’idea di introdurre nelle materie di studio oltre ad un’approfondita conoscenza di materiali come carta, vetro, alluminio da lattine, cestini e sacchetti di plastica anche nozioni di smaltimento dei rifiuti solidi-liquidi-umidi nonchè i pannolini/loni di neonati e nonnini
3) ai mentori dell’istruzione a tutto campo appaia essenziale anche per le scuole materne la settimana dello sviluppo sostenibile (che è di una noia mortale e insostenibile), oppure lo studio della lingua dell’etnia rom, l’educazione stradale in curva, l’educazione all’ambiente montano-marino-collinare-fluviale
 4) all’esperto in educazione plurimotoria sembri fondamentale che in prima elementare si insegni il tiro con l’arco unito a quello al piattello e il bob a 4
5) alle associazioni di volontariato sembri primaria per la formazione del fanciullo una nuova materia di studio ossia la "storia e magia delle Onlus"
 
prima di tutto ciò vorrei suggerire che, come al solito, il pc non nuoce ai bambini, come non nuoce giocare a nascondino o tirare con la fionda o giocare alle bambole o a campana.
Quello che nuoce ai bambini è far sparire dal loro orizzonte la famiglia.
Quello che fa bene ai bambini è stare a contatto con papà e mamma (e in seconda battuta magari cugini, zii, nonni) e non soltanto giocare con loro ogni volta che è possibile ma essere coinvolti a   pieno titolo nella vita di famiglia.
Partendo da questa base ogni altra occupazione potrà trovare, alla luce del buon senso e dell’affetto reciproco, una equilibrata collocazione e un uso corretto.
Finiamola con gli allarmi, o ci toccherà finanziare anche un "Progetto per l’uso corretto del pc di casa da parte dei bambini con età inferiore agli anni dieci."
E non mi sembra il caso.
Annunci

3 risposte a “PC a 10 anni? Niente allarmi se teniamo alla famiglia.

  1. Condivido in toto questo post. I bambini, hanno bisogno di affetto e sicurezze, poi possono giocare a qualsiasi cosa.L’importante è che abbiano la certezza ‘matematica’ che ci siano sempre delle braccia aperte pronte a rassicurarli e sostenerli nonchè a riempirli d’amore.

  2. 🙂 grazie!
    Tutto è possibile, ma mi sembra difficile, d’altronde, pensare che un bambino dica al papà: “No, non vengo in bici con te perchè sono al pc.” Più probabile, forse, che accada invece il contrario.

  3. 🙂 grazie!
    Tutto è possibile, ma mi sembra difficile, d’altronde, pensare che un bambino dica al papà: “No, non vengo in bici con te perchè sono al pc.” Più probabile, forse, che accada invece il contrario.

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...