Scuola : un occhio al calendario

MariaSerena-avatar-medio-traspareNon faccio i conti perchè sarebbe impossibile individuare un caso generale nell’insieme caotico della realtà scolastica di quest’anno. compito in classe

Però tutti sappiamo che 200 è il numero minimo di giorni di lezione obbligatori per la validità dell’Anno Scolastico.

A parte il fatto che sicuramente ci sono Istituti in cui sono saltati anche i PAGELLINI ossia le obbligatorie comunicazioni scuola-famiglia interne al trimestre o al quadrimestre, e questa omissione genererà guai prossimi venturi quando il genitore del bocciato farà l’ovvio ricorso al TAR, c’è da chiedersi come, specialmente se continuasse l’attuale andamento, si potranno raggiungere il minimo necessario di 200 giorni di lezione. A meno che i Dirigenti scolastici non avallino (bontà loro) che le scampagnate sui prati, le gite alle pizze-al-taglio, le lezioni all’aperto ed altre forme di intrattenimento scolastico itinerante siano, per le scuole e per le università, equiparabili a vere lezioni svolte in aula o nelle consuete visite di studio (che però si svolgono, di rito, con visite ai Musei e Istituzioni culturali).

I nodi veranno al pettine? Come andrà a finire? Que sera sera ? Suggerisco di cominciare a fare i conti. Ovviamente questo è un affettuoso e disinteressato consiglio.

Annunci

12 risposte a “Scuola : un occhio al calendario

  1. E tu credi che il tuo consiglio possa avere la minima possibilità di essere seguito?
    Magari lo fosse. Purtroppo la realtà scolastica va sempre più deteriorandosi e non stento a credere che abbia davvero bisogno di una vera, sana, decisa ….rivoluzione.
    Che amarezza!
    Buona giornata.

  2. E tu credi che il tuo consiglio possa avere la minima possibilità di essere seguito?
    Magari lo fosse. Purtroppo la realtà scolastica va sempre più deteriorandosi e non stento a credere che abbia davvero bisogno di una vera, sana, decisa ….rivoluzione.
    Che amarezza!
    Buona giornata.

  3. Ciao Serena, un abbraccio, spero di vederti presto.

    Caterina

  4. Ciao Serena, un abbraccio, spero di vederti presto.

    Caterina

  5. Infatti, Nonnolele, i consigli fanno parte dell’amarezza: si danno e si spera nel rinsavimento!

    Ciao Cate!

  6. Infatti, Nonnolele, i consigli fanno parte dell’amarezza: si danno e si spera nel rinsavimento!

    Ciao Cate!

  7. bisogna cambiare cambiare cambiare.

    Questa protesta è paralizzata perchè figlia di una scuola paralizzata e di un mondo paralizzato.

    NON SI PUO’ manifestare e protestare come 40 anni fa.

    INVENTARE INVENTARE INVENTARE anche nuove forme di contestazione.

    AD FUTURUM

  8. bisogna cambiare cambiare cambiare.

    Questa protesta è paralizzata perchè figlia di una scuola paralizzata e di un mondo paralizzato.

    NON SI PUO’ manifestare e protestare come 40 anni fa.

    INVENTARE INVENTARE INVENTARE anche nuove forme di contestazione.

    AD FUTURUM

  9. La provocazione netfuturista contiene un messaggio importantissimo.
    Alcuni ragazzi se ne sono accorti: questa specie di protesta non trasmette i loro contenuti, non corrisponde ai loro interessi.
    Ma purtroppo proprio la mediocrità dilagante, anche nella scuola, tende a spegnere le nuove idee.
    per inventare il futuro occorre avere bene studiato e conosciuto il passato.
    Proviamo a crederci.

  10. La provocazione netfuturista contiene un messaggio importantissimo.
    Alcuni ragazzi se ne sono accorti: questa specie di protesta non trasmette i loro contenuti, non corrisponde ai loro interessi.
    Ma purtroppo proprio la mediocrità dilagante, anche nella scuola, tende a spegnere le nuove idee.
    per inventare il futuro occorre avere bene studiato e conosciuto il passato.
    Proviamo a crederci.

  11. eh sì, Mariaserena.

    Purtroppo non si ha la lucidità per comprendere queste cose.

    Di motivi per protestare ce ne sarebbero anche, ma in questa protesta non se ne vedono.

    Alla fine stanno protestando senza un fine, senza un credo.

    Protestano quasi contro se stessi.

    =>F

  12. eh sì, Mariaserena.

    Purtroppo non si ha la lucidità per comprendere queste cose.

    Di motivi per protestare ce ne sarebbero anche, ma in questa protesta non se ne vedono.

    Alla fine stanno protestando senza un fine, senza un credo.

    Protestano quasi contro se stessi.

    =>F

scrivi il tuo commento :)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...